Integratori alimentari naturali a sostegno della tua salute!

IL TUO CARRELLO


Prezzo
Qtà

TOTALE

€0,00 Aggiorna il carrello

Prezzo escluso le spese di spedizione


Per procedere devi leggere ed accettare le Condizioni Generali di vendita


CALCOLA LE SPESE DI SPEDIZIONE

Alla scoperta della vitamina B, C, D, E, K

Le vitamine sono tutte utili al nostro organismo, eppure alcune di esse sono estremamente necessarie: i loro benefici, infatti, contribuiscono al corretto svolgimento di molte delle nostre funzioni biologiche più importanti. Oggi vogliamo parlarvi in particolare delle vitamine del gruppo B, la C, la D, la E e la K.

Vediamo in dettaglio quali sono le caratteristiche del loro principio attivo e come interagiscono con il nostro corpo.

Le vitamine gruppo B

Le vitamine del gruppo B sono precisamente otto: tiamina (B1), riboflavina (B12), niacina (B3), acido pantotenico (B5), B6, biotina (B8), acido folico (B9) e cobalamina (B12). Ognuna di essa porta benefici particolari al nostro organismo, ma si può certamente dire che l’intero gruppo lavora principalmente sull’aspetto psicofisico e metabolico del nostro corpo:

• Le vitamine B infatti contribuiscono a mantenere il sistema nervoso in salute.
• Aiutano a regolare il metabolismo mantenendolo attivo.
• Contribuiscono a mantenere sana la pelle, proteggendo inoltre le cellule dallo stress ossidativo.
• Quasi tutte le vitamine del gruppo B hanno un ruolo fondamentale nel mantenere sana la funzione psicologica.
• Riescono a combattere la stanchezza e l’affaticamento.
• Intervengono nella normale sintesi della cisteina e nel metabolismo dell’omocisteina (in particolare la vitamina B6).
• La vitamina B2 aiuta a metabolizzare correttamente il ferro nell’organismo, mantenendo un buon numero di globuli rossi (insieme alla B6).
• Il gruppo B mantiene inoltre il sistema immunitario correttamente attivo e forte.
• L'acido folico (la vitamina B9) in particolare è fortemente necessaria durante la gravidanza poiché previene malformazioni del feto, dato che contribuisce la creazione delle cellule. Per questo è consigliata l'integrazione di acido folico già nel concepimento. 

 

Vitamine gruppo B

La carenza di una o più vitamine di questo gruppo causa sintomi abbastanza visibili: stanchezza psicofisica, nervosismo, formicolio a mani e piedi e perdita di appetito solo per citarne alcuni. 
Per combattere la poca assimilazione di queste vitamine, è necessario seguire una dieta ricca e variegata: le vitamine del gruppo B si trovano infatti quasi ovunque, sia negli alimenti vegetali che nella carne. Per quanto riguarda la vitamina B12, presente prevalentemente nella carne bovina, pesce, uova e latticini per chi segue un regime alimentare vegan è necessaria l'integrazione mirata di questa vitamina per evitarne l'insorgenza di possibili carenze. 

La vitamina C

L’acido ascorbico, conosciuto meglio come vitamina C offre benefici importantissimi al nostro organismo:

• Contribuisce a rendere forte il sistema immunitario.
• Stimola la formazione del collagene ed aiuta a mantenere normale la funzione dei vasi sanguigni.
• Ha un ruolo importante nella formazione delle ossa, delle cartilagini, della pelle, delle gengive e dei denti.
• Contribuisce a mantenere attivo il metabolismo energetico.
• Come le vitamine B, aiuta a mantenere il sistema nervoso normale.
• Aiuta a mantenere una buona funzione psicologica, riducendo inoltre l'affaticamento.
• Contribuisce ad assorbire il ferro.

Anche in questo caso la carenza di vitamina C è ben visibile: possono insorgere infatti difficoltà nel rimarginare le ferite, una maggiore suscettibilità alle infezioni, sanguinamento gengivale, ecc... In certe situazioni possono presentarsi disturbi muscolari e, nei casi più gravi, lo scorbuto.
Fortunatamente combattere un’eventuale carenza è abbastanza facile: la natura ci offre infatti numerose fonti naturali che contengono discrete quantità di questa vitamina. Prima di tutto ci sono gli agrumi: arance, limoni, mandarini, seguono frutta e verdura come pomodori, peperoni, kiwi, ananas, fragole, cavolo nero, zucca, spinaci e più in generale verdure a foglia. In certi casi di carenza più grave è possibile far uso di integratori alimentari sotto consiglio di un esperto.

 

Alimenti ricchi di vitamina C

Curiosità: il frutto più ricco di vitamina C è l'acerola, un piccolo frutto simile alla ciliegia conosciuta come ciliegia di Barbados.

 

La vitamina D

La vitamina D è conosciuta da molti come la vitamina del sole poiché i raggi solari favoriscono la sintetizzazione della stessa, ovviamente se si tengono presenti tutti i fattori che ne condizionano la produzione corporea (durata e orario dell'esposizione, età, creme solari, ecc...). 

Vitamina D

Esistono diverse forme di vitamina D - le due largamente più conosciute sono: 

• La vitamina D2 (ergocalciferolo) è di origine vegetale (principalmente nei funghi) e assimilabile attraverso una corretta dieta o integratori specifici.
• La vitamina D3 (colecalciferolo), derivante da alimenti di origine animale (come l’olio di pesce) ma soprattutto dai raggi solari, è assimilabile principalmente dal sole.

I benefici di entrambe, anche se assimilate in maniera differente, sono più o meno simili:


• Prima di tutto aiutano ad assorbire facilmente il calcio e il fosforo nel nostro corpo.
• Di conseguenza, controllano i livelli di calcio nel sangue.
• Proteggono le cellule dallo stress ossidativo.
• Aiutano a mantenere in saluta ossa, muscoli e denti.

La carenza può essere dovuta sia ad una cattiva alimentazione, ma anche dalla mancata e corretta esposizione ai raggi solari. I sintomi sono legati al malassorbimento del calcio, fatto che porta a problemi di calcificazione delle ossa

 

La vitamina E

La vitamina E, definita anche tocoferolo è un elemento chimico naturalmente prodotto dal nostro organismo: nasce infatti dal fegato e viene rilasciato poco a poco nel corpo. Il suo principale beneficio è quello della protezione delle cellule dallo stress ossidativo, combattendo inoltre i radicali liberi. È quindi essenziale nel processo di rigenerazione cellulare, e diversi studi scientifici ritengono questa vitamina importante nella prevenzione del cancro.

In natura è possibile trovarla all’interno di alimenti vegetali come mais, olive, semi di grano, verdure a foglie verdi, oppure nelle noci e nei cereali.

Vitamina E

La vitamina E viene per lo più sfruttata per la sua funzione antiossidante, dunque è difficile parlare di una carenza nel nostro corpo: essendo un elemento prodotto dall’organismo, un eventuale basso livello di vitamina E potrebbe dipendere da una scorretta alimentazione.

 

La vitamina K

Il naftochinone, o meglio, la vitamina K, è un importante elemento che assicura la corretta coagulazione del sangue nel nostro corpo. La K si divide in due gruppi principali:

• La vitamina K1 (fillochinone).
• La vitamina K2 (menachinone).

Non c’è molta differenza tra le due tipologie, se non l’origine (animale e vegetale): entrambe sono essenziali per il processo di coagulazione, ma ci sono piccole e poco significanti differenze evidenziate in alcuni studi scientifici a riguardo. Per esempio, la vitamina K2 è molto importante per il corretto assorbimento del calcio e dell’osteocalcina nelle ossa e nei denti.

 

Vitamina K

Come per la vitamina E, è raro imbattersi in carenze di vitamina K. Certo è che chi soffre di problemi cardiovascolari, problemi alle ossa o legati alla coagulazione del sangue, dovrà seguire una dieta particolare per integrarla sotto stretto consiglio di un esperto. È possibile inoltre accompagnare la dieta con integratori naturali, fornendo al proprio corpo un maggiore apporto di vitamina K giornaliera.


Lascia un Commento