Integratori alimentari naturali a sostegno della tua salute!

IL TUO CARRELLO


Prezzo
Qtà

TOTALE

€0,00 Aggiorna il carrello

Prezzo escluso le spese di spedizione


Per procedere devi leggere ed accettare le Condizioni Generali di vendita


CALCOLA LE SPESE DI SPEDIZIONE

Proprietà e benefici del cromo

La storia di questo elemento è sempre stata un po’ controversa: fu scoperto nella seconda metà del ’700, ma solo nel ‘900 venne considerato benefico per il nostro organismo. Ancora oggi la comunità scientifica non riesce a trovare un vero e proprio punto in comune per definire questo minerale, ma scopriamone insieme proprietà e benefici! 

Il cromo: gli studi a riguardo

Il cromo è l’elemento chimico numero 24 della tavola periodica, viene indicato con la sigla Cr e ha due benefici principali. Esso contribuisce al normale metabolismo dei macronutrienti e al mantenimento dei normali livelli di glucosio nel sangue. Riesce dunque a regolare i livelli di insulina, uno degli ormoni fondamentali nel nostro organismo.

Nonostante queste importanti funzioni, il cromo ha ancora un velo di mistero che lo avvolge. Sono tante, infatti, le ricerche e gli studi a riguardo: vediamo le più conosciute.

Prima di tutto, gli studiosi sono riusciti ad osservare che circa il 2% del cromo ingerito viene assorbito, mentre il resto viene eliminato con le feci. Gli aminoacidi, la vitamina C e la niacina possono aumentare l'assorbimento di cromo dal tratto intestinale. Dopo l'assorbimento, questo metallo si accumula nel fegato, nelle ossa e nella milza.

Ma veniamo alle ricerche specifiche: alcuni team di scienziati hanno dimostrato che il cromo può essere utile per le persone affette da diabete di tipo 2 e per chi è resistente all'insulina (prediabete). È stato osservato, infatti, come il cromo possa abbassare i livelli di glucosio e migliorare la sensibilità all'insulina, sebbene la validità sia ancora al centro del dibattito scientifico.

Diabete di tipo 2

Altri ricercatori hanno invece messo in luce il rapporto tra la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) e la mancanza di alcuni sali minerali come selenio, cromo, magnesio e zinco. La somministrazione adeguata di questi micronutrienti apporterebbe benefici all’ovulazione e ai sintomi legati alla PCOS, in particolare in casi di eccesso di insulina nel sangue (iperinsulinemia) e di resistenza all’insulina.

 

Sindrome ovaio policistico

 

Infine, c’è anche chi ha dimostrato che il cromo, sottoforma di picolinato, aiuti a ridurre la fame nervosa e l'appetito contribuendo a regolare il peso corporeo dal momento che regolarizza i livelli di zucchero nel sangue.

 

Fonti alimentari di cromo

Questo elemento si trova ovunque, anche nell’acqua che beviamo, ma vediamo alcuni dei prodotti più ricchi di cromo

- Verdure come broccoli, patate e piselli, ma anche asparagi e barbabietole

- Prodotti a base di grano, soprattutto quelli integrali

- Carne di manzo e di pollo, ma anche pesce e crostacei

- Frutta come mele, banane, arance e uva

- Latte e prodotti caseari

Bisogna sottolineare che spesso le alterazioni del cibo possono provocare la perdita di cromo al suo interno. È quindi consigliabile consumare i prodotti con meno lavorazioni possibili, così da non perdere i micronutrienti essenziali per il nostro organismo. 

 

Carenza di cromo

Una carenza di cromo è assai rara ma se riscontrata deve necessariamente essere sopperita seguendo i consigli del proprio medico ed un'adeguata integrazione. Un deficit alimentare di cromo può comportare errate reazioni enzimatiche coinvolte nel metabolismo di glucidi, lipidi e protidi, intolleranza allo zucchero, ipoglicemia, sostanziali sbalzi di peso e scarsa cicatrizzazione. Anche un eccesso di cromo può causare problemi soprattutto ai reni e alla pelle, per questo un regime alimentare vario ed equilibrato è sempre la miglior dieta da seguire. 

Scopri i prodotti B!Tonic contenenti Cromo

Se ti è piaciuto il nostro articolo, non dimenticare di condividerlo sui social! 

 


Lascia un Commento